Carlo Bianchi

Carla Bianchi, figlia di Carlo, riceve il diploma per l’albero dedicato al padre

Dodici nuovi iscritti nel Giardino Virtuale “Giusti del Monte Stella”, lo spazio creato nel 2017 sul sito di Gariwo per accogliere le segnalazioni e le testimonianze dei cittadini su figure dimenticate o sconosciute meritevoli di essere ricordate. La cerimonia di consegna delle pergamene ai familiari, originariamente prevista per il 6 marzo, si è tenuta questa mattina nell’Anfiteatro “Ulianova Radice”. La scelta dell’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano – composta da Comune di Milano, Gariwo e UCEI, per il 2020 per il Giardino Virtuale, ratificata dal Comitato dei Garanti – si è diretta su figure esemplari che si sono distinte per aver reagito alle sopraffazioni e alle ingiustizie in difesa di altre persone e della dignità umana. Sono: Francesco Quaianni, Emily Bayer, Padre Italo Laracca, Carlo Bianchi, Padre Andrey Sheptytskyy, Famiglia De Regibus, Leonilde Simonazzi, Reinhold Chrystman, Carlo Tagliabue, Nella Molinari e Luigi Cortile, cittadini che, durante la Seconda guerra mondiale, hanno salvato gli ebrei rischiando la vita. Oltre a loro è stato scelto anche Franco Basaglia, lo psichiatra che introdusse in Italia una nuova terapia per i disturbi mentali, fondata sul rispetto dei pazienti, e pose le basi della Legge 180, detta poi “Legge Basaglia”, di riforma dell’assistenza psichiatrica con la chiusura dei manicomi.

Carlo Bianchi ha incontrato Odoardo Focherini e hanno condiviso quotidianità e preghiera per una settimana, fino a quando Bianchi è stato fucilato al Poligono di tiro di Cibeno.

La biografia: https://it.gariwo.net/giusti/biografie-dei-giusti/shoah-e-nazismo/storie-segnalate-dagli-utenti/carlo-bianchi-21332.html