www.OdoardoFocherini.it, Giusto e Beato
22Mag/150

Tracce

Rete

 

 

 

 

 

Una foto sfuocata.
La mano trema.
Quella rete divideva l'Italia dalla Svizzera, in territorio italiano. Passare quella rete era il penultimo passo verso la salvezza.
Ma ci dovevi arrivare lungo quella rete, sopra Cernobbio, Maslianico: salite ripide, sentieri accennati, la notte, il buio, i controlli, la paura.

Oggi ho compiuto un tratto di questi sentieri.

Un sentiero come quelli che hanno percorso i salvati da Odoardo Focherini e don Dante Sala.
Ho capito fisicamente come poteva sentirsi Alice Almoslino a passare per quei sentieri incinta di sette mesi.
Ho lontanamente intuito il loro timore quando, per un gruppo di bambini guidati da alpini, la guardia svizzera si è alzata in volo per controllarci dall'elicottero.
E come se questo turbine di sentimenti non bastasse, c'erano loro: mio marito, mio figlio e i bambini della scuola primaria "Odoardo Focherini e Maria Marchesi" di Rumo.

Con la guida dei loro maestri hanno scelto questa come gita, fra tante.
Hanno scelto di venire sui passi di uomini e donne di cui da anni sentono parlare.
Hanno preso il traghetto come loro da Como a Cernobbio; hanno cercato come loro via Adda e l'accoglienza della famiglia Riva.
Fare questi passi con loro è stato emozionante, difficile da esprimere e da rielaborare.

 

Inserito in: News Lascia un commento
Commenti (0) Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

Ancora nessun trackback.